Zoè teatri : Università del saper fare

sapere,fare,saper fare, far sapere

Attività

Università del Saperfare – Associazione Culturale Zoè 

Chiunque può diventare docente della nostra Università del Saperfare, perchè chiunque sa fare qualcosa.

Per proporsi basta inviare una mail a info@zoeassociazione.com  e noi pubblicheremo la notizia.

Qui trovi l’elenco dei corsi attualmente in “paniere”.

Siccome i corsi si fanno a  casa del docente abbiamo  problemi logistici di spazio.

Abbiamo fissato perciò un numero minimo (5) per dare il via ai corsi perfettamente  corrispondenti al numero massimo ( possiamo arrivare a 8).

Una volta raggiunti i 5 partecipanti, quindi, il limite massimo è praticamente già fatto!
se si è fortunati si trova ancora uno dei due posti liberi, altrimenti si è automaticamente prenotati per il “prossimo”, che partirà appena raggiunto il numero minimo.
IL CORSO  SUCCESSIVO SARÀ TENUTO DA UNO DEI DISCENTI, DIVENUTO DOCENTE.
E’  la regola del Passaparola.

ecco le altre regole  :il corso prevede un contributo di 5 euro cad, per il docente, eventuali costi aggiuntivi vanno comunque ripartiti tra il gruppo.

per partecipare bisogna essere soci dell’Associazione Zoè

Il docente tiene i contatti tra le persone del gruppo, definendo insieme luogo e tempi. Dal momento in cui parte il corso, ogni responsabilità nelle comunicazioni è sua. Siccome l’esperienza insegna, consigliamo al docente di dare tramite mail tutti i riferimenti telefonici, e di chiederli a sua volta agli iscritti. Questo perchè possono capitare disguidi all’ultimo minuto che impediscono la partecipazione  di alcuni e non è piacevole acquistare tutto l’occorrente per fare il corso rimettendoci anche le spese .
Infine, i discenti promettono solennemente di passareparola del proprio sapere almeno ad altre 5 persone (se no, non vale)

2011

Quest’anno organizziamo  mini corsi  di autoproduzione.

Una serie di incontri da fare con piccoli gruppi di persone (a casa di chi lo propone e lo tiene).

Abbiamo pensato di strutturarlo pubblicando l’elenco delle”materie” .

Chi è interessato può mandare una mail a lameintransizione@gmail.com

Una volta raggiunto il numero minimo necessario il gruppo deciderà quando e come tenere il corso.
Le proposte sono:

  • fare la birra
  • artigianato con lana cardata
  • pane con pasta madre
  • fare un blog
  • formaggio e ricotta
  • fare i dolci (biscotti marmellate meringhe, più lezioni)
  • fare le conserve
  • piccola manutenzione bici
  • fare il sapone
  • fare una newletter
  • software libero

incontri 2010

Lunedì 18 gennaio 2010 al Centro Civico Lame. via Marco Polo, 51 – Bologna – ore 21.00

2° Incontro La terra cruda: dal campo alla casa di terra
Relatore: Andrea Magnolini

La terra cruda gode oggi di una piccola riscoperta.
La terra e le malte a base di argilla hanno infiniti pregi: non sono tossiche, regolano l’umidità della stanza, sono un ottimo isolante acustico e termico e sono piacevoli da maneggiare.
E’ importante, prima di tutto, capire dove è conveniente applicarla e cosa ci si può fare con la propria terra.
Partendo dalla terra del proprio giardino o del campo sotto casa, dopo alcuni test, si possono fare mattoni crudi, mattoni isolanti, isolamenti in terra paglia, intonaci, finiture pregiate, forni in terra e anche i rivestimenti di stufe tirolesi ad accumulo di calore.
Verranno mostrate esperienze, campioni e citati esperti in regione e fornitori di “terre pronte”.

http://bancadeltempo.wordpress.com/2009/12/07/183/

BIOEDILIZIA RUSPANTE

Autocostruzione, materiali naturali (popolari ma efficientissimi), il reale impatto ambientale in edilizia.
Partire dalla pratica. Le conferenze proposte non hanno grandi pretese accademiche,sono piuttosto una presentazione di esperienze riassunte e riflessioni di chi habazzicato nei cantieri per più di 20 anni fra edilizia convenzionale (o meglio: chimica)la bioedilizia e le costruzioni tradizionali.Lo scopo è quello di mostrare le virtù di materiali semplici, semplicissimi, saperericonoscere quelli autentici e mostrare gli innumerevoli usi che se ne possono fare escoprire che con un po’ di pratica poi ci si può anche arrangiare.

1° incontro

Lunedì 14 dicembre 2009

alle ore 21.00

Centro Civico Lame (sala blu)

via Marco Polo, 51 – Bologna

“Calce, cemento e case in balle di paglia”
Che cos’è la calce naturale? Come si usa e come si usava? Come mai è quasi scomparsa dai magazzini edili e soprattutto dalle mani dei muratori? Una riflessione sul protagonista assoluto dei materiali edili: il cemento, nato da poco più di un secolo non sembra dare tutte le garanzie che promette in quanto a durata, isolamento termico, traspirabilità e tossicità.

Verranno mostrati come a partire dalla calce (di buona qualità ma accessibilissima economicamente) è possibile fare malte da allettamento, intonaci, colle e stucchi per piastrelle, cocciopesto e pitture traspiranti, antimuffa e disinfettanti (per natura). Una casa in paglia e’ economica, altamente isolata, traspirante, a bassissimo impatto ecologico e, contrariamente a quanto si penserebbe, piu’ resistente a terremoti e incendi di una casa in cemento armato

In gennaio (data da definire) ci sarà il 2° Incontro su

La terra cruda: dal campoalla casa di terra

La terra cruda gode oggi di una piccola riscoperta. Un materiale povero pereccellenza rischia però di diventare un prodotto di èlite.La terra e le malte a base di argilla hanno infiniti pregi: non sono tossiche, regolanol’umidità della stanza, sono un ottimo isolante acustico e termico e sono piacevoli damaneggiare.E’ importante, prima di tutto, capire dove è conveniente applicarla e cosa ci si può farecon la propria terra.Partendo dalla terra del proprio giardino o del campo sotto casa, dopo alcuni test,si possono fare mattoni crudi, mattoni isolanti, isolamenti in terra paglia, intonaci,finiture pregiate, forni in terra e anche i rivestimenti di stufe tirolesi ad accumulo dicalore.Verranno mostrate esperienze, campioni e citati esperti in regione e fornitori di “terrepronte”.

http://www.passileggerisullaterra.it/Stufe_in_muratura.html

Annunci

4 thoughts on “Attività

  1. la data del secondo incontro è già definita. Lunedì 18 gennaio 2010
    sala blu – centro civico lame
    via Marco Polo 51
    Bologna
    ore 21.00
    info : zoebdt@gmail.com
    3311228889

  2. Pingback: Università del saper fare

  3. Pingback: Attivita’ 2011 | Lame in Transizione

  4. Pingback: Università del Saperfare : pane.pizza e pizzelle con pasta madre « Zoè

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...