Zoè teatri : Università del saper fare

sapere,fare,saper fare, far sapere

La marmellata di fragole

1 Commento

Io la marmellata di fragole la faccio così:

Prendo un chilo di fragole, le lavo e le taglio a pezzetti non più grandi di un centimetro. Le metto in una padella antiaderente larga (tipo 28 cm) e aggiungo 4 etti di zucchero, meglio se di canna. Accendo il fornello più grande che ho e faccio andare tutto bello vivace mescolando ogni tanto (se proprio si monta così tanto da rischiare di uscire abbasso, ma tengo sempre il più alto possibile).

In questo modo il liquido evapora velocemente e la marmellata è pronta in tempi brevi, tali da non pregiudicarne il sapore, insomma, una volta pronta continua a sapere di fragole.

Per sapere quando è pronta faccio la famosa prova del piattino: ne metto un pochino in un piattino, lascio raffreddare un po’ e poi inclinando il piattino controllo che scenda abbastanza lentamente.

Poi, siccome la quantità di zucchero (che funge da conservante) è poca, metto anche sottovuoto: metto la marmellata ancora bollente nei vasetti, chiudo, li metto a testa in giù in una pentola piena d’acqua (che li copra) e faccio bollire un quarto d’ora/venti minuti, poi spengo e lascio i vasetti nell’acqua finché non diventa fredda.

Se ho più di un chilo di fragole faccio comunque padelle da un chilo, al limite in tempi diversi.

Ho trovato questo procedimento migliore della classica cottura lenta in grandi quantità, soprattutto perché la marmellata che ne risulta sa più di fragola (ma deve piacere la marmellata a pezzettoni, perché si disfa di meno) e conserva un colore rosso più acceso. In più è più agevole da fare e non richiede un investimento di tempo a volte difficile (io di solito la inizio subito dopo cena e posso andare a letto in tempi decenti, nel modo classico mi è capitato di fare le ore piccole).

Buona marmellata a tutti!

Giovanna

 

Annunci

Autore: Mavigianni

Artista presso Zoè Teatri Formatrice presso S.N.I.T. Scuola Nazionale Improvvisazione Teatrale - ImproTeatro

One thought on “La marmellata di fragole

  1. Pingback: Fragole,Pignoletto e buona musica « Lame in Transizione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...